Settimana vocazionale, la riscoperta di un tesoro

In Diocesi di Pavia le sorprese per i ragazzi non finiscono mai, tanto è vero che nella settimana dal quattro al dieci marzo si è svolta presso il Seminario Vescovile la “Settimana comunitaria vocazionale”. Protagonisti di questa esperienza siamo stati noi, sei ragazze e dieci ragazzi, guidati da una fantastica equipe composta da: don Davide Diegoli, rettore del Seminario, don Davide Taccani, don Lorenzo Mancini, Piera Corolli e suor Carolina Caversan, aiutati dai seminaristi.

Le giornate cominciavano con un’originale sveglia, alla quale seguiva un momento di preghiera tutti insieme, poi si procedeva  normalmente andando  a scuola. Tornati in seminario, luogo diventato per noi come una seconda casa tanto da chiamarlo in questo modo anche con i nostri amici, si pranzava, e successivamente si poteva studiare nei vari ambienti lì presenti fino alle diciotto e trenta quando iniziavano le attività, che continuavano anche dopo cena e si concludevano con la preghiera prima di andare a dormire nei dormitori. Alla nostra routine quotidiana, inoltre, si sono aggiunti anche alcuni doveri utili alla vita comunitaria quali: apparecchiare, sparecchiare, lavare le stoviglie, tenere in ordine e pulire le camere e i bagni. Durante le attività serali abbiamo avuto il piacere di cenare con il nostro vescovo Corrado e ascoltare diverse testimonianze, come quella di Bernard, un ragazzo venuto in Italia dal Camerun per studiare frequentando l’Università, trovare poi un lavoro e realizzare il suo più grande sogno, ossia aiutare la sua famiglia.

In particolare, un momento molto speciale è avvenuto mercoledì, quando durante l’adorazione, ci è stato chiesto di scrivere, sotto forma di preghiera, le emozioni ed i sentimenti che stavamo provando e, se volevamo, di condividerli con gli altri. In queste occasioni abbiamo riscoperto nei piccoli gesti quel tesoro che rende le persone davvero felici, abbiamo rafforzato la nostra fede, rendendoci conto che abbiamo bisogno tutti i giorni dell’aiuto di Dio e come ultima cosa, ma non per importanza, siamo diventati come una grande famiglia, sempre pronta ad aiutarsi. Il tema dei “cercatori d’oro” ci ha accompagnato per tutta la settimana e ci ha spinti a cercare le pepite d’oro che costituiscono la nostra vocazione, gli obiettivi e i sogni che abbiamo per la vita. La Santa Messa celebrata venerdì sera ha concluso questa straordinaria esperienza con il ringraziamento, la preghiera e l’invito alla testimonianza; infatti, pur non mancando lacrime di commozione e tristezza, siamo stati spronati dagli educatori ad essere felici perché non era la fine ma soltanto l’inizio di una nuova e fantastica avventura!

cena con vescovo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: